forse

giovedì 22 giugno 2017

L'estate intelligente

Qualcuno ricorda l'incubo degli amici con cassetta di diapositive e proiettore che ai primi di settembre ti si presentavano sulla porta di casa?
...e quelli che facevano i dvd con le foto delle loro dannate vacanze dal 49 a ieri?
Siamo in estate e Facebook somiglia a Tripadvisor con le foto in tempo reale dall'alloggio al dessert, tutto documentato, giorno dopo giorno, minuto per minuto.
Certo che non è necessario andare lontano per trascorrere le giornate a farsi selfie.
L'abitudine piuttosto tamarra di ammorbare i contatti con le foto delle vacanze step-by-step è malsana e se lo fanno anche i cosiddetti VIP, sappiate che sono i primi ad essere presi di mira dai ladri d'appartamento.
Il consiglio non richiesto di oggi è di non fare pubblicità al fatto che vi trovate lontani da casa perché interessa soltanto a persone che forse faranno un giro a casa vostra e non certo a bagnarvi le piante sul balcone.
Io oggi lascio credere di trovarmi nel deserto, ma le piante me le posso bagnare da me.
Anche se ho una vicina che è come una telecamera di sorveglianza, quando mi assento mento anche a lei... comunque anche qui a Trieste il clima è cambiato.

domenica 18 giugno 2017

Esperimento tecnico

Siamo governati da persone poco competenti, è un fatto assodato, però hanno imparato a sfruttare quello che io chiamo "effetto festival di Sanremo" cioè una cosa di cui non frega niente a nessuno, eppure tutti ne parlano.
Ho anche notato l'assurda importanza data alle esternazioni di un paio di ex... insomma, abbiamo un Presidente della Repubblica e uno del Consiglio dei Ministri, ma la stampa continua a dar peso e riportarci i pareri di Napolitano e Renzi... Renzi chi?
E che fine hanno fatto le elezioni? La legge elettorale?
Tutto fermo.
Il problema è che non trovano un modo di garantire una poltrona per Alfano, non avrebbero difficoltà a fargli la tessera del PD, ma dopo  davvero non li voterebbe più nessuno ed Alfi rimarrebbe comunque senza poltrona.
Ma chi è?
Soprattutto chi o cosa rappresenta davvero?
Io non ho detto niente, però se mi sparano tutti sapranno chi è stato.

Ho sempre sognato di riuscire ad insinuare, spero di essere riuscita in questa prova.



giovedì 15 giugno 2017

Legittima difesa

Come uno sfondo animato nella mente la battaglia tra bene e male imperversa, i pensieri si moltiplicano e si dividono tra una sorta di principi generali e tutto quello che veramente vorrei oppure ciò che mi fa comunque male.
...e continuo ad arrabbiarmi!
Per i limiti di malattia imposti ai malati di cancro in chemioterapia. per l'abolizione dei voucher tanto per schivare il referendum e vederli ripristinati pochi giorni dopo e per quanto rappresentato in questa immagine da vomito.
Spesso mi piaceva considerarli solo una manica di incompetenti, ma non è più possibile perché per arraffare poltrone sono dannatamente competenti.
Non è un brutto film di fantascienza: essi esistono.
Allora trovo sensato pensare ad una nuova legge riguardo la legittima difesa.


sabato 10 giugno 2017

Nostalgia di parola

Questa mattina al supermercato ho udito una conversazione fra due signori in età ché parlavano a mo' di comizio: inveivano contro quegli "inutili laureati" che non capiscono niente. 
Siamo alla frutta, ho pensato, anche se stavano davanti al banco dei salumi.
Mi sono trattenuta dal chiedere loro se si farebbero operare a un rene da un'esperta infermiera o se affiderebbero il progetto della loro casa a un muratore perché l'ignorante-fiero-di-non-aver-studiato spesso è aggressivo e fa valere le proprie ragioni alzando la voce o usando il turpiloquio.
Lo sconforto si è accentuato durante la lettura del quotidiano dove più d'un bue da del cornuto all'asino usando frasi come "essi non sanno" senza dire cosa e nemmeno chi, evitando di metterci al corrente e lasciando noi lettori in un non sapere dal sapore di frode.
Umberto Eco disse "i social hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli" e in molti casi è vero, ma io trovo più dannosi quelli che il diritto di parola l'hanno ottenuto con la tessera del partito perché si sono appropriati dei grandi mezzi di comunicazione e perché peggio di un imbecille c'è solo un imbecille in malafede.
...eh niente, sto invecchiando e sperimento la nostalgia brontolando in rete.





venerdì 9 giugno 2017

Inquietanti combinazioni

Negli ultimi giorni ho notato delle casualità davvero particolari.
Si è vista traballare la poltrona di Alfano e stranamente da un'altra parte qualcuno ha parlato di mettere Riina ai domiciliari, il presidente emerito si è messo a criticare l'operato di quello in carica anche se in modo rigorosamente trasversale così mi è sembrato di veder traballare molto più di una poltrona.
Oggi gongolano i cefali bolliti conquistando ancora qualche giorno verso l'agognato vitalizio.
Io ho un sogno piccolo, per la pace nel mondo sono un po' attempata, ma vedere certa gente trovarsi un lavoro onesto... beh, confesso che anche vedergli stampata una scarpa sul dietro dei pantaloni mi piacerebbe.
Riderei e non sarebbe un caso.
... eppoi la parola "emerito" l'avevo sempre usata prima di imbecille o improbabili qualifiche, insomma in senso ironico #perdire