forse

venerdì 17 novembre 2017

Eccezioni

Ieri sera ho guardato "piazzapulita" un programma che non ha nulla da invidiare ad altri pruriginosi talk show dove gli ospiti si scannano per farsi guardare e lasciare noi di stucco.
Avevano Domenico Spada in collegamento e la mia convinzione che allo zoo non ci dovrebbero tenere gli animali, ma esseri del genere si è rafforzata.
Anche il bruciore allo stomaco si è accentuato, soprattutto quando, dopo le storie di mafia-in-diretta, hanno cominciato a disquisire sul come mai le donne molestate non denunciano e se diranno la verità?
...e poverino 'sto regista... e - ciliegina sulla torta: "ogni storia d'amore nasce da una molestia"!!!
Il mostro che non accende nemmeno le lampadine ha dimostrato che non è solo un individuo patologicamente brutto, ma anche tremendamente sfigato, con tutto quel po' po' di calotta cranica il cervello non sembra tanta roba.
Ah la gogna mediatica... io direi che se il signor Brizzi l'avesse tenuto dentro ai pantaloni non gli sarebbe toccato tutto questo.
In Italia molti orribili reati sono perseguibili solo su querela di parte, a meno che non fai il giornalista e ti rompono il naso davanti alle telecamere.

martedì 14 novembre 2017

Bidone mondiale

La magia non esiste, nemmeno quando si tratta di una partita di pallone.
Anche se di calcio non ho mai capito nulla, comprendo il danno economico a partire dall'incalcolabile quantità di birre, televisori e pop corn non venduti, sarà come saltare un Natale per la nostra economia.
Eppure nessuno risponde penalmente o economicamente di questo danno, siamo indietro: ancora non si riesce a sconfiggere l'evasione fiscale, perseguire i responsabili di un danno economico del genere sembra fantapolitica.
...già, perché chi ha il cuore spezzato si rifugia nell'apatia, nobile quanto il più ottuso orgoglio.
Non capisco niente di calcio, ma se è vero che quei tizi in mutande guadagnano così tanto dovrebbero pagare i danni e sembra che non l'ho pensato solo io, leggete qui
Invece di mettere le magliette ad Anna Frank, cari tifosi uscite dal torpore.


giovedì 9 novembre 2017

Crisi di identità

Questa immagine è a disposizione di chiunque, i volti dei bambini li ho sfumati perché - almeno sul mio blog - i minori vengono tutelati.
Oggi siamo tutti a studiare diritto penale per scoprire che in Italia si possono commettere reati contro la persona senza rischiare niente, mentre i reati contro il patrimonio vengono puniti severamente.
Vergogna.
Non è più solo questione di condannare la violenza, la non giustizia imperversa e il codice penale andrebbe adeguato ai tempi: negli anni '60 la frattura del setto nasale implicava alcuni giorni di ricovero e una prognosi di oltre 40 giorni, se la medicina si è evoluta non significa che il reato sia diventato più lieve.
Infine il mio piccolo ragionamento acido riguarda l'etnia Sinti di questa banda di st@@: il fascismo perseguitava Rom e Sinti... quelli di CasaPound sono pure schizofrenici.



mercoledì 8 novembre 2017

Meno uno

Non ho voluto esprimere impressioni ed opinioni sulle elezioni in Sicilia, ma la disfatta di Alfano mi ha dato una gioia quasi come una cosa personale.
Certo sarebbe bello gioire dell'aver ottenuto qualcosa di buono, ma applicando il "pensiero positivo" Alfano fuori dai piedi non è male.
Ho visto alla televisione una scena: c'era Berlusconi che sembrava abbracciare la Meloni... ma mi è sembrato che si tenesse per non cadere 😁. 
Quando lo vedo non lo distinguo dalle maschere di Crozza e infatti ha detto: "...non ha mai governato niente, non ha mai amministrato niente, nemmeno un condominio" mi è sfuggito di chi stesse parlando, ma questa faccenda del condominio mi ha fatta sbellicare. 
Manca solamente di veder candidati gli amministratori di stabili, me li sono immaginata in una fantascientifica campagna elettorale con slogan del tipo "daremo più valore ai tuoi millesimi di pianerottolo"
Assurdo.
...e piovono avvisi di garanzia ed arresti, già che c'erano hanno anche affibbiato l'ergastolo a Ruotolo: sono 14 anni per Teresa, il resto è per Trifone: in Italia nessuno fa più di quattordici anni ad ammazzare una donna, ma poi sarà stato proprio lui?
In Italia nel dubbio condannano, tanto poi c'è l'appello, la Cassazione e la CEDU, di solito questo è il percorso degli innocenti perché i colpevoli accettano le offerte speciali "patteggiamento&rito abbreviato": 6/7 anni e sei fuori.
Bene, abbiamo azzerato Alfano (spero), ma ci rendiamo conto che Berlusconi è uscito dal sarcofago?

domenica 5 novembre 2017

Nuvole di fame

Il raffreddore è un malanno molto sottovalutato.
Mentre la faccenda del cambiamento climatico mi sembra sopravvalutata e comunque sarebbe come chiudere i cancelli una volta che le pecore sono fuggite tutte.
Oggi è caldo e soleggiato, mi stanno germogliando gli iris sul balcone e se non fosse per le foglie secche sembrerebbe maggio, dovrei trovarlo strano? Allarmante?
Ricordo di aver rovinato irreparabilmente delle scarpe bianche indossate una sera di dicembre, alcuni anni fa.
Come adesso faceva caldo e tempo bello, andai ad una festa e quando uscii c'era la tormenta di neve con Bora talmente forte da voltare le automobili sul pack che si era formato all'ingresso della Galleria Sandrinelli: rientrai a casa a piedi con le mie scarpe bianche nella neve, mezza assiderata.
Non presi il raffreddore, ma buttai le scarpe.
Anche se non sono centenaria posso testimoniare che il tempo ha sempre fatto come gli pare e certo siamo padroni di vedere un complotto in una nuvola e prenderci responsabilità immaginarie lasciando bambini a morire di fame dove nessuno può vederli.









mercoledì 1 novembre 2017

Dopo la decadenza

Come faceva la mia mamma quando litigavo con mio fratello, non prenderò le parti di nessuno, ma una tirata d'orecchie ciascuno.
Parisi: sono soltanto 140 caratteri, non è difficile organizzare una frase decente.
Rosato: quando la madre gli diceva "ti mangerò di baci" chiamava il telefono azzurro?
#persapere
Ma per la stampa ne ho per lavare e per sciacquare... linguaggio figurato, fatevi una grammatica ogni tanto.
Non è possibile bollare quale "hater" un signore che utilizza un linguaggio comunemente aggressivo, facendo a volte ricorso al turpiloquio, è vero, ma dal momento che sta sui social con nome, cognome e faccia non rientra nella categoria.
Gli hater sono quelli che mi coprono di male parole quando scrivo che indosserò l'ijab perché deve tenere caldo o che le sentinelle in piedi sono frustrati perché non fanno sesso; sono anonimi come tutti i comuni webeti (cit. S,Spolverini).
Certamente uno sgradevole incidente, ma che razza di stampa sarebbe quella che sta a spulciare tweet e post sui social?
In buona sostanza leggiamo sui giornali le pessime interpretazioni di ciò che abbiamo già letto in rete.
Alla fine della decadenza c'è la barbarie.

lunedì 30 ottobre 2017

Si dice, ma non si fa

Applicando il buon senso prendiamo le decisioni migliori considerando regole e vari fattori umani, spesso anche vagamente religiosi, quindi il buon senso implica sempre una dose per me intollerabile di ipocrisia: preferisco la logica.
Allora direi che trovo opportune certe giornate commemorative riguardanti fatti importanti della storia, ma i giornalisti che sprecano servizi riciclando terremoti, incidenti o omicidi famosi sono stupidi. 
Potrei concepire un opportuno servizio/denuncia del tipo "dopo un anno nessuno ha fatto niente", ma gli inviati in diretta sui cumuli di macerie o accanto al citofono dell'assassino: non li posso vedere.
Chiacchierando con Click l'alieno mi domandavo se a qualcun altro è venuto in mente che - volendo limare la spesa pubblica (e non solo), in Italia abbiamo un grado di giudizio che da inutile tende al dannoso: la Corte di Cassazione.
Ci costa un'iradiddio questa possibilità di far prescrivere i processi o leggere sui giornali di decisioni/sentenze bislacche se non impopolari o banalmente idiote.
Invece di fare servizi di seconda mano mi aspetterei una stampa che ci mettesse a parte dei costi della non-giustizia, la vera casta piega chiunque a colpi di avvisi di garanzia che - grazie agli stessi giornalai, corrispondono a una condanna preventiva.
Sono riusciti a mettere le mani sullo Statuto dei Lavoratori, ma la riforma della giustizia la promettono e poi nessuno la fa.